Canapa strategica: Tilray acquisisce il più grande produttore alimentare con un occhio al CBD

Il mercato della canapa è sempre più strategico e la dimostrazione arriva dal Nord America, dove la compagnia canadese Tilray, tra i pionieri nelle produzione di cannabis medica, ha acquisito per 419 milioni di dollari canadesi Manitoba Harvest, la più grande azienda al mondo per la produzione di canapa alimentare con una rete di 16mila negozi tra Canada e Stati Uniti.

L’obiettivo è quello di sviluppare nuovi prodotti a base di canapa e CBD per il comparto food e per quello del welness.

Tilray e Manitoba Harvest

Tilray è leader del settore della ricerca, della produzione e distribuzione di cannabis a pazienti e consumatori di 12 paesi sparsi nei 5 continenti. Manitoba Harvest, fondata nel 1988, è ad oggi affermata come la più importante realtà al mondo di produzione e trasformazione di canapa alimentare. Sempre impegnata nella ricerca e sviluppo del settore ha portato avanti un’attività di filiera dalle dimensioni importanti. L’azienda, famosa per il suoi Hemp Hearts, è inoltre in procinto di lanciare una nuova linea di estratti di CBD ad ampio spettro, oltre ad una nuova linea alimentare di barrette di canapa.

L’acquisizione

Tilray con questa importante acquisizione punta ad incrementare la diversificazione della sua offerta. Anche lo sviluppo della presenza in Nordamerica è un obiettivo importante. Per questo ha visto in Manitoba un alleato importante. L’acquisizione inoltre conferma il fermento del settore inaugurando un anno che si preannuncia estremamente ricco di attività produttiva e finanziaria. Le stimea riguardo sono infatti più che incoraggianti. L’Hemp Business Journal stima un’incredibile crescita delle vendite dei prodotti di canapa e CBD. Prevede un incremento fino a 1,3 miliardi nel 2022 (partendo dai 390 milioni del 2018). E questo nonostante le problematiche che la legge federale impone negli Stati Uniti. In questo senso il Farm Bill, ovvero la legge che legalizza la produzione e la commercializzazione di canapa promossa da Trump, ha sicuramente dato una spinta in avanti.
La strategia di Tilray, come di altre aziende che stanno portando avanti importanti operazioni finanziarie nel settore canapa, è quella di accaparrarsi posizioni strategiche in attesa che sia in Europa che negli Stati Uniti le normative si adeguino allo sviluppo del settore, sostenendolo piuttosto che contrastandone la crescita.

L’obiettivo

L’acquisizione permetterà a Tilray di ampliare la sua offerta alle linee di produzione di Manitoba, oltre a incrementare il know how importante per quanto riguarda il lavoro sui cannabinoidi del colosso del food. Ma non solo, Manitoba porta con sè in Tilray un team di esperti e ben due centri di trasformazione di alta qualità. L’obiettivo di Tilray è quello di sviluppare attraverso la rete di Manitoba la sua forza negli Stati Uniti e in Canada.

L’inclusione del marchio Manitoba tra le fila di Tilray aumenterà la diversificazione della filiera commerciale. Il colosso Manitoba avrà a disposizione tutto il supporto che l’acquisizione gli consente, pur mantenendo intatto il suo modello di produzione “dal seme allo scaffale”. Le due aziende lavoreranno insieme per ampliare la ricerca e la produzione di nuovi prodotti per il benessere dei consumatori.

Romana De Micheli

commenti su facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *