CANAPÈ – Un progetto moderno che si fonda sul sapere antico

CANAPÈ nasce con l’intento di dare una nuova vita ad un prodotto antico, la Canapa Sativa da fibra, attraverso prodotti buoni e sani. Canapè è la forza e la caparbietà di quattro giovani, unite al sapere di un imprenditore e coltivatore di esperienza: un progetto imprenditoriale che affonda le radici in un territorio meravigliosamente ricco come l’Abruzzo.

Canapè non è la moda passeggera di un momento. È l’occasione per una nuova conoscenza, l’opportunità di integrare una dieta sana, la scelta di chi si vuole bene. Una vasta gamma di prodotti dalla pasta, ai biscotti, all’olio tutti nati da semi di qualità e coltivati nel cuore del Parco Nazionale d’Abruzzo. Canapè lavora artigianalmente i propri prodotti, perché la piccola quantità consente di farlo davvero. Canapè è un progetto moderno che si fonda sul sapere antico delle proprietà del seme di canapa e ne valorizza le caratteristiche attraverso prodotti di qualità, buoni per davvero. Infatti storicamente coltivata per l’uso nei settori più differenti, dal tessile all’edile, dalla produzione di carta ai prodotti alimentari, la canapa è un prodotto estremamente versatile di cui l’Italia è stata il maggior produttore mondiale fino ai primi del ‘900, quando l’avvento delle industrie petrolchimiche ha sostituito alle fibre naturali i prodotti chimici e plastici di comune uso ancora oggi.

Nel settore alimentare la canapa è un prodotto dalle numerose proprietà nutrizionali preziose per il nostro corpo. Innanzitutto, non contenendo gliadina e glutenina (quindi il glutine), rende l’alimento tollerato dai celiaci. Inoltre, la ricchezza di fibre, acidi grassi, proteine vegetali, tutti gli 8 amminoacidi essenziali e minerali ne fanno un alimento dall’alto valore nutrizionale.

La farina di canapa, con cui vengono prodotti  la pasta e i biscotti, ha un apporto calorico inferiore rispetto a quello della farina di frumento del 20%, in quanto l’energia è fornita prevalentemente dalle proteine anziché dai carboidrati. La canapa alimentare è inoltre una naturale fonte di fibre; contiene importanti vitamine, tra cui la A, E, D e vitamine del gruppo B: B1, B2, B6. Infine è fonte di potassio, magnesio, sodio, fosforo, ferro e zinco. Gli acidi grassi contenuti nell’olio, estratto dai semi di canapa, sono acidi grassi polinsaturi (grassi buoni) per il 75 – 80% e acidi grassi saturi soltanto per il 9 – 11%. L’olio di canapa è stato per questo soprannominato “l’olio perfettamente bilanciato”, poiché contiene in rapporto 3 a 1 gli Omega 6 (acido linoleico/LA) e Omega 3 (acido alfa-linolenico/LNA), requisito ottimale per una dieta sana. Inoltre, contiene piccole quantità di altri 3 acidi grassi polinsaturi: acido gamma-linolenico (GLA), acido oleico e acido stearidonico. Questa combinazione tra acidi grassi essenziali è unica tra i semi oleosi commestibili. Tutti questi nutrienti essenziali donano ai semi di canapa proprietà antinfiammatorie e antiossidanti, rinforzando il sistema immunitario, ormonale e nervoso.  Il consumo della canapa alimentare contribuisce, quindi, ad una dieta sana, completa e bilanciata, aiutando a mantenere un basso livello di colesterolo.

NON CONFONDERE LA LANA CON LA SETA

La canapa utilizzata nei nostri prodotti rispetta le previsioni della legge n.242 del 2 dicembre 2016, che regola la canapicoltura in Italia e i suoi usi, tra i quali è compreso l’utilizzo alimentare dei semi di canapa. È da questi che si ricavano farina e olio con cui produciamo la pasta, i biscotti e l’olio Canapè. La varietà di canapa coltivata nei terreni è quella ammessa alla coltivazione e presente nel registro europeo delle sementi di canapa. La nostra canapa non è psicoattiva. La farina di canapa Canapè è macinata a pietra.

TERRITORIO E PRODUZIONE

Il Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga è il cuore della produzione di Canapè. Più recisamente nella valle del fiume Tirino in località Capodacqua (374 mt slm), frazione di Capestrano (AQ). Qui, un tempo, veniva coltivata la canapa da fibra per ottenerne corde dalla straordinaria qualità tanto da essere state utilizzate anche dalla Marina Inglese. Numerosi reperti archeologici dei popoli Vestini, vissuti qui tra il VI e il IV secolo a.C., sono stati rinvenuti anche nei nostri campi e ne testimoniano l’antica presenza. La canapa da fibra ha radici ancora più antiche, se pensiamo che il suo uso è stato addirittura rintracciato nelle civiltà fenicie, che vi producevano vele per le proprie imbarcazioni. Il territorio in cui avviene la coltivazione è molto fertile, per via della geografia che lo circonda e una climatologia favorevole alla crescita di questo tipo di pianta. Grazie alla collaborazione con un coltivatore d’esperienza, l’imprenditore agricolo Alfonso D’Alfonso dell’azienda Terre del Tirino, è stato messo a punto un metodo di coltivazione, di rotazione dei terreni e di crescita delle piante che consente di avere un prodotto di qualità, ottenuto senza l’utilizzo di agenti chimici. Non utilizziamo serre né metodi di coltura artificiali. Nei mesi in cui la pianta di canapa è a riposo, i campi vengono utilizzati per altre colture, arricchendosi così di nutrienti e accrescendo la propria fertilità. Di anno in anno, la produzione è in crescita, in qualità e quantità.

 

commenti su facebook

Iscriviti alla newsletter

Ricevi le news di settore e resta aggiornato!

Grazie!