H-EMP: Opera Campi ha creato il tessuto di canapa elastica che guarda al futuro

Un’innovazione nel settore della canapa tessile per renderla più traspirante, elastica e confortevole. E’ l’idea di Opera Campi che ha lanciato il progetto su Kickstarter per raccogliere fondi e iniziare questo produzione futuristica.

“Il nostro tessuto è composto al 92% di canapa della miglior qualità cinese, visto che ad oggi il filato italiano ed europeo non c’è, e un 8% di lycra e T400. E’ un materiale molto elastico e performante, che ha prezzi davvero elevati”.

Come continua a spiegare Alberto Ziveri, il giovane fondatore dell’azienda, “abbiamo sfruttato il brevetto internazionale di un’azienda di Prato ancora poco utilizzato perché molto costoso; l’azienda ci sta supportando molto perché per la prima volta vede la propria creazione concretizzata: si tratta di un prodotto davvero speciale”.

Durante la produzione i ragazzi hanno seguito il processo di tessitura per poi trattare il filato con le proprie metodologie di lavorazione che lo rendono estremamente morbido. Poi il passaggio presso laboratorio Lart di Carpi, specializzato nel tessile, per le analisi che ne hanno certificato le caratteristiche: “Sono stati evidenziati dei risultati che confermano comunque le proprietà della canapa. Il tessuto è modificato e quindi molto elastico, ma le caratteristiche restano quelle. L’analista del laboratorio ci ha detto che non ha mai visto un tessuto così traspirante, nonostante le centinaia di prodotti analizzati tra quelli sintetici e naturali. E’ un tessuto in grado di non far sudare perché l’umidità prodotta dal corpo passa immediatamente al di là del tessuto e non rimane intrappolata”.

“Io sudo molto e sono un buon test”, ci ha confidato Alberto con il sorriso, spiegando che indossando i pantaloni con alte temperature: “Non ho sudato, sembrava una magia”.

L’altro grande risultato “è dato dalla coibenza termica: oltre a far traspirare l’umidità, il tessuto ha una grande abilità nel fare in modo che il calore venga mantenuto se fa freddo ed eliminato, rinfrescando, quando c’è caldo”.

Non solo, perché le analisi “hanno confermato la grande resistenza alla trazione, che ne fa un tessuto molto resistente e una grande elasticità, al contrario della canapa tradizionale, eliminando anche le pieghe classiche che la canapa crea. Sembra futuristico rispetto alla canapa tessile tradizionale”.

Per ora la produzione lanciata su Kickstarter riguarda la giacca e i pantaloni, ma prossimamente saranno prodotte anche le magliette e prodotti performanti per l’attività all’aria aperta. “Questo perché è un tessuto che ha delle caratteristiche migliori dei tessuti tecnici più performanti. La traspirabilità del Gore-tex non è nulla paragonata a quella del nostro prodotto. Chiaramente il nostro non è impermeabile, perché non è scientificamente possibile mantenere l’impermeabilità quando il tessuto è molto traspirante”.

Il prodotto è innovativo e i costi di produzione molto alti: “Anche producendo grandi quantità, a noi sommato tutto il giacchett0 costa 180 euro e su Kickstarter lo stiamo proponendo a 170 per dimostrare che vogliamo produrre e far conoscere la nostra creazione. Tutto l’eventuale guadagno verrà reinvestito e questa campagna Kickstarter per noi è fondamentale per avviare la prima produzione”.

Non solo, perché per i prodotti già presenti sul sito dell’azienda, è stato riservato uno sconto speciale del 16% per i lettori di canapaindustriale.it inserendo il codice: “CANAPAINDUSTRIALE”.

Mario Catania 

commenti su facebook