Veneto: una mozione per rilanciare la canapicoltura

3 Maggio 2021 | Economia e politica

Una mozione in Veneto con la quale si impegna la Giunta regionale ad attivarsi presso il Governo e il Parlamento affinché si giunga in tempi rapidi al rilancio effettivo della filiera della canapa: è stata proposta dalla prima firmataria, la Consigliera regionale Cristina Guarda (Europa Verde), e approvata all’unanimità.

“Speriamo che questa mozione possa rappresentare un cambio di marcia e che finalmente la Giunta si attivi presso Governo e Parlamento per il rilancio della filiera della canapa sativa in Veneto. Ne abbiamo parlato più volte nella scorsa legislatura, siamo tutti d’accordo nel sostenere il settore, adesso è l’ora di passare ai fatti. È una pianta adatta alle nostre zone, amica del clima e sostenibile, non servono pesticidi e ha bisogno di molta meno acqua del mais, un tempo molto diffusa e coltivata in Veneto”, hanno commentato Andrea Zanoni e Francesca Zottis, consiglieri del PD e firmatari della mozione, aggiungendo che: “Visti gli indirizzi della Next Generation Eu, è proprio qui che il Veneto dovrebbe investire, per un’agricoltura sostenibile ed al passo con le esigenze dettate dall’emergenza ambientale e climatica”.

Si tratta di un intervento istituzionale che va in direzione dello sviluppo del settore della canapa, della quale non si fa cenno nel Recovery plan e nemmeno nel Pnrr (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza), e che in Veneto aveva visto l’approvazione di una legge a sostegno della filiera con 350mila euro di incentivi approvata nel 2019.

Redazione di Canapaindustriale.it